R.E.V.

con Nessun commento

Visualizzazione ed immaginazione creativa nel rilassamento.

La visualizzazione e l’immaginazione positiva, attivano l’energia guaritrice: il nostro corpo è predisposto all’auto guarigione, noi interferiamo con i suoi processi naturali, reagendo negativamente alle circostanze della vita, con atteggiamenti di preoccupazione, paura e stress.

Ma abbiamo anche la capacità della “creatività”: quella capacità di usare il potere della nostra energia per creare immagini mentali che possono cambiare, modificare, aggiustare e guarire trasformando, la parte negativa della nostra vita in positiva.

Per prima cosa, chiariamo il significato di VISUALIZZAZIONE e IMMAGINAZIONE

Visualizzare significa ricordare quello che i tuoi occhi hanno già visto, tutto ciò che conosci, tutto ciò che la tua mente ha già immaginato ed immagazzinato.
Immaginare significa invece raffigurare, creare nella mente quello che ancora non si è visto realmente o non si è ancora immaginato.

Corpo e mente quindi possono collaborare per portarci ad uno stato di benessere e superare disagi e malattie; questa volta usiamo proprio il termine ‘guarire’ e ‘malattie’ in quanto esistono prove scientifiche del fatto che la mente può guarire il corpo.

Sulla base di rilevazioni fatte su persone che da anni praticavano la meditazione (non è importante che tipo di meditazione: tutto ciò che può calmare la mente e portare ad un profondo stato di rilassamento funziona: può essere la ripetizione di una frase, la recitazione di una preghiera, una tecnica di rilassamento che porta l’attenzione sul corpo).

Decenni di prove sul campo hanno portato ad avere dati certi: è’ vero che la nostra mente può fare miracoli e che il nostro cervello e i nostri pensieri hanno proprietà di cui ancora possiamo stupirci. Auspichiamo che le ricerche scientifiche e cliniche – le neuroscienze e la psiconeuroimmunoendocrinologia (nome difficile per indicare quella parte di medicina che studia le interconnessioni tra mente-cervello- risposta immunitaria e sistema endocrino) oggi ancora relegate ai margini della medicina ufficiale, unite alle conoscenze di fisica quantica – possano portare a prove sempre più conclamate e rese note a tutti su come sia possibile superare numerosi disagi e patologie, o almeno usare queste tecniche in abbinamento a terapie classiche per ridurre il dolore e la somministrazione di medicinali nel trattamento.